--------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

-----

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
--------------- ------
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

CORSI SCOLASTICI 2016 - 2017

La Scuola di liuteria toscana "Fernando Ferroni" propone un'ampia serie di corsi, dalla scelta del legno fino alla prova sonora dei seguenti strumenti:

 

Violino 2 anni 240 ore (120 per anno scolastico) 4 ore sett.

Violino intensivo 1 anno 240 ore (8 ore sett.) max 3 iscritti. (Solo per chi ha precedenti esperienze in liuteria)

Violino on-line intensivo 1 anno (Corso individuale) (Solo per chi ha precedenti esperienze in liuteria)

Violino on-line 2 anni (Corso individuale)

Viola 2 anni 240 ore (120 per anno scolastico) 4 ore Sett.

Violoncello 2 anni 240 ore (120 per anno scolastico) 4 ore Sett.

Contrabbasso 2 anni 260 ore (130 per anno scolastico) 4 ore Sett.

Strumenti Medievali 2 anni 200 ore (100 per anno scolastico)

Chitarra classica 2 anni 200 ore (100 per anno scolastico) 4 ore Sett. min. 3 iscritti

Chitarra acustica 2 anni 200 ore (100 per anno scolastico) 4 ore Sett. min. 3 iscritti

Chitarra elettrica 1 anno 50 ore (1 un anno scolastico) 2 ore Sett. min. 3 iscritti

Chitarra classica ON LINE 2 anni (2 anni scolastici) min. 3 iscritti

New - Strumenti barocchi (Violino, viola, violoncello, viole da gamba) 2 anni, 4 ore sett.

N.B. Per garantire un livello ottimale di apprendimento ciascun corso non potrà avere un numero superiore di allievi:

  • Per il violino, la viola, il violoncello e le chitarre max 8 allievi.
  • Per il violino corso intensivo Max 3 allievi.
  • Per il contrabbasso max 5 allievi.
  • Per gli strumenti antichi max 10 allievi.
  • Per gli strumenti barocchi max 5 allievi

-----------------------------------------------------------------------------------

Corso di violino, Viola, violoncello

e contrabbasso.


I corsi di violino, viola, violoncello hanno una durata di due anni per un totale di circa 240 ore (120 ore circa di lezione per ogni anno scolastico) mentre il corso di contrabbasso è di 260 ore, in media 4 ore settimanali per il periodo ottobre-maggio. Fa eccezione il corso intensivo di violino che si svolge in un solo anno 120 ore in media 8 ore a settimana, escluso il Sabato.

Le ore potranno essere suddivise in due sezioni di 2 ore ciascuna fra mattino e pomeriggio dello stesso giorno o in 2 giorni diversi della settimana (esempio: 2 ore Martedì e 2 ore Giovedì) oppure tutte in un solo giorno, possibile anche il Sabato. Gli orari ed i giorni di lezione saranno comunque concordati nei limiti delle possibilità con gli studenti per rendere il più possibile agevole la partecipazione.

Il primo anno lo studente costruirà lo strumento finito in bianco, mentre il secondo anno lo strumento sarà verniciato, montato e messo a punto pronto per essere suonato. Alla fine del biennio a lavoro ultimato, lo strumento dell'aspirante liutaio sarà sottoposto ad un esame di valutazione.

Nel corso dei due anni si effettueranno quattro uscite: una in Val di Fiemme, per conoscere il ciclo produttivo dell’abete rosso di risonanza, una in una segheria per la scelta dei legni per la cassa, una in un museo o collezione di strumenti musicali ed infine una visita da un M° Liutaio anziano. Queste uscite sono indispensabili per l’accrescimento delle conoscenze del mestiere e saranno implementate da lezioni teoriche che riguardano il modo di lavorare e conservare il legno.

Alla fine del primo anno si terrà un esame dello strumento in bianco da parte di una commissione composta da tutti gli insegnanti della scuola che esprimerà un voto sulla qualità del lavoro svolto.

Alla fine del secondo anno la medesima commissione sottoporrà lo studente ed il suo strumento finito e in grado di suonare ad un esame finale, inoltre saranno valutate le qualità sonore raggiunte da un M° di musica diplomato.


Importante: alla fine di tutti i corsi lo strumento prodotto rimarrà di esclusiva proprietà dello studente.


La scuola rilascerà due diversi attestati che certificano: uno la partecipazione al corso, e l'altro una valutazione scritta tramite voto e giudizio dello strumento prodotto, la valutazione riguarderà il profilo dell’estetica, della qualità sonora e della manualità di lavoro.

-----------------------------------------------------------------------------------

New - Corso di violino Individuale On-Line

Il corso di violino on-line è indirizzato prevalentemente per chi si è già cimentato nella costruzione di un violino come appassionato e/o autodidatta e vuole imparare e migliorarsi. All'inizio, sappiamo quanto sia difficile trovare un maestro che ci prenda in bottega per insegnarci, ora la bottega viene da noi con tanto di maestro, nella nostra casa. Ciò non toglie che il corso on line lo può fare chiunque abbia buona volontà. Ogni allievo avrà a disposizione una area privata che accederà con un nome-utente e password. All'interno della pagina personale si troveranno i video del corso con il materiale didattico disponibile. Il corso è suddiviso in settimane, una volta a settimana i video verranno aggiornati con quelli della seguente. Il corso così strutturato acquisterà il suo ritmo naturale di uno o due anni a seconda di quello che si è scelto, l'allievo sarà così obbligato a stare al passo con il lavoro.

Vedere in video il maestro che lavora con la possibilità di fermare l'immagine e rivedere più volte gli stessi movimenti è un aiuto grandissimo, opportunità che di solito non c'è. Chi frequenta un maestro liutaio per rivedere come si eseguono certe operazioni ha bisogno che aspetti che egli costruisca un nuovo violino. E via via così l'allievo si fa comesi dice in gergo l'occhio, ma questo metodo richiede maggiore impiego di tempo e impegno.

L'allievo avrà a dsposizione gratuitamente dispense elettroniche dove potrà trovare tutte le informazioni, foto e misure che gli servono per la costruzione del suo violino. Se invece l'allievo volesse il libro di testo cartaceo rilegato, lo potrà avere al costo di 200 euro + iva. Ognuno avrà la possibilità di confrontarsi con il Maestro principalmente tramite mail, inviando foto digitali che mostrano lo stato del lavoro e/o la difficoltà incontrata. Se tramite mail non si riuscisse a risolvere il problema, si potranno avere contatti telefonici diretti con il Maestro e concordare su quale sia il metodo più corretto per superare l'ostacolo. Un ulteriore efficace metodo a disposizione dell'allevo sarà anche un collegamento in videoconferenza con skype.

Questo sarà il corso on line, un violino costruito interamente sotto i vostri occhi con Fabio Chiari che lavora e spiega. L'allievo del corso on line potrà venire fisicamante a scuola durante i normali corsi quando lo reputa necessario per far visionare il lavoro ed avere un ulteriore feedback. In ogni caso durante l'anno scolastico dovrà far visionare il suo violino almeno due volte prima della conclusione dell'anno scolastico o dell'esame finale. Nel caso che esso sia impossibilitato a venire fisicamente presso la scuola, potrà spedire, mezzo posta o corriere, il suo manufatto presso la scuola e una volta visonato dal Maestro gli sarà rispedito indietro con una relazione scritta sullo stato del lavoro. Se lo desidera chi sottoscriverà il corso on-line potrà partecipare alle 4 uscite fuoriporta che la scuola organizza con i suoi allievi ogni anno. Le uscite fuoriporta sono:

Primo, un museo importante di liuteria. Secondo, una visita in Val di Fiemme presso la falegnameria Ciresa dove viene lavorato l'abete di risonanza e visita al bosco dove vengono tagliati gli alberi che danno vita al circuito economico dell'abete di risonanza. Terzo, visita alla ditta Goth a Cazzano di Tramigna una famosa ditta che ha tutto per la liuteria dal legno all'attrezzatura. Quarto, andremmo a trovare un liutaio anziano nel suo laboratorio per una condivisione di esperienze e conoscenza liutaria.

Come in tutti i corsi lo strumento prodotto sarà di proprietà dell'allievo.

Alla fine del corso la scuola rilascerà un attestato di partecipazione al corso, e un diploma di liutaio con annessa una valutazione scritta con voto e giudizio dello strumento prodotto. La valutazione sarà effettuata da una commissione giudicante composta da tutti i maestri della scuola e da due musicisti professionisti e riguarderà il profilo dell’estetica, della qualità sonora e della manualità di lavoro.

Penso che sia la prima volta nella storia che venga organizzato un corso di questo tipo e per questo ne andiamo molto fieri.

Corso di ricostruzione storica strumenti musicali


E’ importante fare una premessa per far capire i modi e i tempi scelti per la ricostruzione di strumenti antichi. Quello che noi sappiamo degli strumenti musicali ci viene da due fonti principali, le espressioni artistiche quali la scultura, la pittura e la miniatura e alcuni libri che hanno ormai raggiunto il livello di classici del genere. Va però specificato che non sempre è possibile attingere a fonti scritte per una serie di motivi quali la differente interpretazione data alla musica e i nomi con i quali vengono indicati i vari strumenti. Questo problema abbastanza pesante grava sulla produzione moderna degli strumenti antichi e si unisce alla questione ancora irrisolta sui modi con i quali accordare tali strumenti. Oggi l’ascoltatore ha un orecchio non esercitato ad ascoltare la musica medievale qualora si fosse in grado di ricrearla in maniera precisa, inoltre, la scarsa potenza in decibel degli strumenti antichi pesa sulla esecuzione di musica medievale tanto da relegarla spesso ad ambienti ristretti di pochi melomani.

Si pone quindi nel momento preciso in cui si decide di ricostruire uno strumento medievale, il problema della scelta del bacino di utilizzo a cui è destinato. Tenendo conto di questioni di tale portata si deve quindi organizzare un corso di ricostruzione che dia agli allievi il polso della situazione e della richiesta musicale attuali per poter operare in maniera di ridurre al minimo le problematiche che si presentano puntuali quando ci si cimenta in questo mestiere.

Il corso prevederà la ricostruzione pratica di uno strumento ripreso da un qualsiasi affresco, quadro o scultura e durante lo svolgimento della parte manuale si aggiungerà la parte teorica che è assai complessa e prevede anche la rilettura di testi antichi.

-----------------------------------------------------------------------------------

Corso di liuteria per chitarra

classica e acustica.

Considerata la durata di cento ore del corso chitarra che si dovrà svolgere tra Ottobre 2014 e Maggio 2015, si propone una frequenza media di quattro ore settimanali, per venticinque settimane. Le quattro ore settimanali si potranno suddividere in due lezioni distinte e compatibilmente con gli altri corsi (violino ecc.), a tre giorni di distanza (es: lunedì/giovedì, oppure martedì/ venerdì, indifferentemente mattino o pomeriggio.


Programma di svolgimento del corso.


Nella prima parte di corso di sei settimane circa, si tratteranno approfonditamente argomenti quali: il progetto dello strumento, il disegno tecnico, lo studio e la realizzazione dei modelli e delle casseforme, il progetto e la realizzazione della rosetta, gli attrezzi, gli utensili e l’autoproduzione degli stessi quando possibile, il pensiero artigianale e le scuole di liuteria.

Lo stesso periodo, sarà particolarmente utile per conoscere gli allievi dal punto di vista tecnico, anche e soprattutto analizzando le precedenti esperienze professionali e di studi scolastici.

Nella seconda parte del corso, che dovrebbe finire prima delle feste natalizie (quattro o cinque settimane al massimo), gli allievi dovranno preparare, giuntare, sgrossare, scontornare e calibrare tutte le tavole che comporranno lo strumento. (1)

Nella terza parte del corso, di una dozzina di settimane, fino alla prima settimana di Aprile come termine ultimo, sarà dedicata all’assemblaggio delle parti, fino al completamento dello strumento in bianco, compresa la preparazione alla verniciatura.

Nella quarta ed ultima parte del corso, dedicata alla verniciatura e alla messa a punto finale, le ultime ore a disposizione rimanenti (una dozzina) si potranno diluire a due per settimana essendo un procedimento che, in ogni caso, deve durare almeno una quarantina di giorni.

Fermo restando che tutti i singoli argomenti trattati, sia pur divisi cronologicamente tra loro, potranno essere approfonditi durante l’avanzamento del programma stesso, non si esclude una certa elasticità nello svolgere alcune lavorazioni in periodi diversi da quelli programmati, tranne il termine in cui si dovrà, per forza di cose, aver terminato lo strumento in bianco (prima settimana di aprile). La possibilità di dividere i due corsi Acustica e classica dipenderanno dal numero degli iscritti a ciascun corso.

Davide Ara

Corso di liuteria per chitarra

elettrica

Corso Liuteria Elettrica

 

Quella elettrica è, storicamente parlando, la branca della liuteria più recente e l’unica nata a rivoluzione industriale avvenuta. Tutti gli strumenti musicali cordofoni costruiti in precedenza, ad arco, a plettro od a pizzico, diffondevano il loro timbro solo attraverso la trasmissione delle vibrazioni delle corde ad un supporto armonico (piano o tavola e cassa).

Nello strumento elettrico, con l’utilizzo di un trasduttore, magnetico o piezoelettrico, cambia in maniera radicale il concetto di riproduzione delle frequenze e delle armoniche che produce la corda eccitata. Il corso di liuteria elettrica, oltre alla costruzione di uno strumento, vorrà anche essere una attenta ed approfondita analisi del processo di riproduzione del suono, del concetto strutturale e del processo tecnico storico che hanno subito tali strumenti dagli anni ’50 ad oggi.

Si cercherà di approfondire, anche storicamente, l’eterno dibattito esistente sui materiali utilizzati per la realizzazione di tali strumenti e si cercherà di capire quali influenze e con quali vizi l’artigianato sia cresciuto all’ombra del prodotto industriale, con l’ambizione di arrivare ad ottenere sempre il massimo, in termini di timbro, anche da uno strumento elettrico. Nell’ambito del corso didattico, si organizzerà un breve ma intenso seminario storico e tecnico sui trasduttori magnetici.

Nel corso di liuteria elettrica verrà sviluppato un nuovo modello di chitarra elettrica con delle innovazioni mai provate prima, sia in campo tecnico che in campo estetico, al fine di presentare al mercato internazionale un modello originale che porti la filosofia della scuola di liuteria toscana a conoscenza di tutti i musicisti del mondo.

Davide Ara